Neuroscienze per bambini

Come ogni giornale scientifico Frontiers in Neuroscience for Young Minds prevede una peer review, cioè una revisione paritaria in cui gli articoli di ricerca, prima di essere pubblicati, siano letti e corretti da parte di specialisti del settore. In altre parole, se fai una ricerca non puoi aspettarti che venga immediatamente pubblicata dalla rivista scientifica cui la proponi, ma è necessario che qualcuno competente del tuo settore legga l’articolo e dopo attenta analisi dica se hai scritto una cavolata o qualcosa di valido da essere pubblicato.

Frontiers in Neuroscience for Young Minds fa qualcosa di speciale. Accoglie articoli di tanti neuroscienziati anche famosi e li fa leggere a giovani e giovanissimi ragazzi (dai 5 ai 18 anni) col compito di revisionarli. I fanciulli revisori hanno un mentore (in genere uno scienziato adulto) che li guida durante il lavoro di review. Lo scopo dell’iniziativa è quella di attirare i più giovani nel mondo della ricerca e nello stesso tempo offrire una piattaforma alternativa ai ricercatori per pubblicare i loro articoli di ricerca.

La proposta è aperta a tutti coloro che desiderino occuparsi di neuroscienze, che sia un ricercatore, uno scienziato o il tuo piccolo figlio che va alle elementari ed è curioso di scienze umane. Come autore di ricerca, spedisci un riassunto del tuo lavoro e indichi l’area specifica entro cui inserire il tuo contributo. L’Editore ti contatterà per organizzare il piano di revisione o per valutare tuo figlio e accoglierlo nel suo team di revisori. E in più, nella seconda parte del 2014, Frontiers in Neuroscience for Young Minds accetterà articoli di ricerca anche di giovanissimi ricercatori e non solo degli scienziati adulti.

Che ne pensi, un progetto un po’ troppo sofisticato per ragazzi di così giovane età? Se fossi in te, un genitore o un insegnante, ci penserei un po’. Dopotutto l’educazione, soprattutto scolastica, è concepita come un “mucchio” di nozioni da “versare” dentro la testa del ragazzo. Un progetto come quello di Frontiers capovolge l’immagine: fai uscire dalla testa del ragazzo ipotesi di lavoro, metodo di osservazione, esperimenti mentali, prove concrete da capire e soppesare.

Per un bambino sin dai primi anni di età è più interessante “mettersi nei panni” dell’adulto, capire come ragiona e cosa prova (processi metacognitivi). Sono prove mentali che comunemente sperimenta durante il gioco o nella conversazione con un adulto. Mettersi nei panni di uno scienziato, leggere le intenzioni del ricercatore e immaginare gli scenari sperimentali sono una sfida eccitante che facilita l’apprendimento senza escludere il divertimento. Invece di aspettare anni, imparerebbe ad acquisire e utilizzare con familiarità il metodo sperimentale, come è composto un articolo di ricerca, come scrivere con chiarezza e quasi banale semplicità fatti organizzati in una cornice teorica e puntellati dalla verifica sperimentale.

Infine: è una mia supposizione e ne possiamo parlare, ma sarebbe molto più utile che, sin da piccoli, gli alunni frequentassero più i laboratori che i libri. Nel progetto di peer-review per “Giovani Menti” addirittura li aiuteremmo ad adottare un metodo collaudato per comprendere, scoprire e mettersi nella testa di un ricercatore. Imparerebbero la pazienza e l’umiltà necessarie per affrontare gli imprevisti, le difficoltà e le incertezze della scoperta e anche il perché gli adulti spesso sembrano così ostinati a non divertirsi anche quando sbagliano.

A proposito del progetto di revisione:

  1. Un articolo di ricerca dovrebbe essere pubblicato soltanto dopo revisione paritaria (peer-review)
  2. Il controllo della ricerca può essere condotto anche da un ragazzo di giovane età
  3. Il metodo scientifico consente di orientarsi in un mondo in cui i fatti sono spesso sostituiti dalle opinioni
  4. Per un bambino è più facile diventare un adulto maestro, è più raro il contrario
  5. La scoperta è una cosa seria se fatta con curiosità e pazienza

link a Frontiers for Young Minds

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...