Spazio e Tempo Incorporati

ResearchBlogging.orgSappiamo che le nostre riflessioni sul futuro sono connesse con la memoria e infatti chi ha problemi di amnesia ha grosse difficoltà ad immaginarsi esperienze future. Questo è spiegato dal fatto che per generare una simulazione plausibile di quanto può avvenire ci si rifà a pezzi di esperienza passata per generare scenari possibili. Dal punto di vista evoluzionistico per l’uomo è un’importante risorsa cognitiva poter progettare al meglio piani di azioni e anticiparne i possibili esiti negativi. A questo riguardo è utile sottolineare l’intima integrazione tra mente e corpo nell’organizzare metaforicamente i concetti di spazio e tempo.

In questo articolo troverete una ricerca che approfondisce l’argomento sostenendo che il movimento del corpo può dare una direzione ai processi mentali. Ad esempio, andare indietro innesca dei ricordi di esperienze molto lontane nella memoria, mentre il movimento in avanti alimenta riflessioni sul futuro.
Un gruppo di 26 studenti è stato sottoposto ad un esperimento che consisteva nell’osservare uno schermo nel quale si muovevano un migliaio di punti bianchi su sfondo nero. In una condizione una parte del campione di studenti osservava i punti che si spostavano verso il centro dello schermo come se il movimento dell’osservatore fosse in avanti, mentre in una seconda condizione l’altro gruppo di studenti vedeva i punti muoversi nella direzione opposta dando la sensazione di un movimento all’indietro. Il compito era quello di fare attenzione alla comparsa di target sullo schermo e cliccare sul mouse, immediatamente, una volta apparsi. In realtà i target erano solo un pretesto dato che venivano presentati raramente in modo da rendere questo compito piuttosto noioso e incrementare quindi una condizione di “sogni ad occhi aperti”. Alla fine della visione veniva chiesto loro se avessero un po’ girovagatomentalmente durante il compito e se queste attività mentali fossero state connesse con il passato o il futuro sicché da segnarli su una linea continua orizzontale (ricordi passati segnati sul lato sinistro mentre immagini sul futuro segnate a destra).

Il risultato è stato interessante perché il movimento illusorio sul display influenzava la direzione del viaggio mentale nel tempo dei partecipanti. Coloro i quali avevano visto il movimento dei punti all’indietro riportavano episodi del passato mentre chi aveva osservato il movimento in direzione avanti riportava pensieri collegati col futuro. Il display quindi produceva una discreta illusione sensoriale di movimento che influenzava l’attività cognitiva sognando ad occhi aperti. Altri studi confermano l’influenza bidirezionale tra tempo e spazio nella capacità di rappresentarci il mondo e la nostra posizione in esso. I concetti astratti di spazio e tempo sono intimamente connessi con il corpo, a sottolineare il fatto che questo rimane il principale indiziato nel fondare la nostra attività mentale.

Miles, L., Karpinska, K., Lumsden, J., & Macrae, C. (2010). The Meandering Mind: Vection and Mental Time Travel PLoS ONE, 5 (5) DOI: 10.1371/journal.pone.0010825

Annunci

4 pensieri su “Spazio e Tempo Incorporati

  1. Questo é un ottimo post: veramente utile. È sorprendente notare come la ricerca sull´embodiment stia prendendo piede sempre con maggiore fermezza. Ho notato che alcuni cognitivisti hard-core stanno cominciando a muoversi per contrastare questa scuola di pensiero relativamente nuova. Ricordo qualche tempo fa un paper che senza mezzi termini era indirizzato a colpire la filosofia del corpo, mettendone in luce i punti deboli. Se ti interessa lo cerco.

    Mi piace

  2. Pingback: Il Delirio di Truman | Neuromancer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...