Libri in orbita

OK non vado pazzo per le giornate mondiali dedicate a chicchessia e allora ricordando che oggi cade la data simbolica del Libro e del Diritto d’Autore colgo l’occasione per interloquire direttamente con il libro anzicchè andare a noiosi convegni ovvero i funebri rituali libreschi.
Sei stato in speciali posti, per noi esseri spaziali anonimi: un comodino, un cruscotto di machina, sulla mensola pendente, in un angolo di scoglio, all’interno di teche speciali riservate a rappresentanti dignatari della tua specie (anche da te le gerarchie), dentro gli zaini di tutti noi scolari, appannaggio di chi è rinchiuso in una cella o escluso in una dittatura, destinato a sconcertanti falò in nome magari di altri libri, hai avuto posto nella testa di autistici ripetuto mille volte, costruito da artigiani che oggi ci paiono marziani, invecchiato nelle cantine e in strani posti dimenticati, contenitore di scrittura per pensieri umani e quindi destinati alla logica casuale dei libri belli e brutti, utili e inutili, di poche pagine e di mille pagine. Romanzi, saggi, poesie, racconti, memorie, epistolario, storie passate, manuali e sussudiari, ingialliti e freschi di tipografia.
Prima eri più riservato, quasi unico. Poi nell’era della riproducibilità tecnica del libro sei diventato disponibile per esperimenti mentali complicati dalla libertà acquisita e dalla ignoranza in più raggiunta. Prima eri letto ad alta voce, ma pian piano si cominciò a leggerti senza scucire una parola.
Adesso sei arrivato ai nostri giorni. Ne hai passati di giorni e stoicamente in silenzio sei arrivato laddove riescono le vestigia storiche e le opere artistiche, sedentari rispetto al tuo stupefacente nomadismo. Quando pensi di fermarti una buona volta?
Forse in fondo hai i giorni contati. Il tuo Autore è già bell’andato in orbita, è ritornato ad essere un anonimo extraterrestre vincendo la gara gravitazionale.
Non essere troppo sicuro di te: hai superato il Novecento, te ne do atto e non era facile. Ma anche per te è pronto lo sputnik.
Anche se sei disponibile per farti scrivere di tutto dalle mostruose fesserie che possono permettere ciò che non immaginavamo essere possibile a esempi di umanità che alle volte dimentichiamo proprio esistere e che ci fanno letteralmente trattenere il fiato per la bellissima spericolata assurdità.
Ti ricordo che non solo si sono stufati di te gli alberi e la schiera di coloro che non possono permettersi di spendere per starsene per un pezzo in silenzio in un angolo di questo pianeta.
Ma c’è persino chi vorrebbe mandarti svogliatamente in orbita insieme al tuo Autore a fargli compagnia e invece della giornata dedicata al libro avremmo enormi magazzini pieni di oggetti cartacei, regni della muffa e delle mandibole dei parassiti.

 

Annunci

2 pensieri su “Libri in orbita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...