Le lancette dell'orologio

Ci sono due categorie di persone importanti tra i nostri conoscenti: quelli che hanno l’orologio indietro di qualche minuto e quelli che l’hanno altrettanto avanti. Una prova infallibile la troviamo quando nel posto di lavoro ci si approssima alla chiusura. Nessuna sincronia e ciascuno è coerente con la propria scelta della marcia giusta sul tempo. In fondo ai pensieri la pudica richiesta di quale sia l’ora esatta. Imbattersi nella macchina del tempo.
Mi sono chiesto quale sia la psicologia legata al tempo di chi volutamente anticipa o ritarda la lancetta dei minuti nel proprio quadrante da polso. Appartengo decisamente a quelli che spostano la lancetta avanti di qualche minuto per prendersela comoda. Abbiamo tempo. Dilatiamo il tempo e allo stesso tempo speriamo che sia più veloce perchè in fondo non sappiamo aspettare. Al contrario quelli che mettono in ritardo l’orologio sono degli estremisti della sfida, vanno in cerca dei primati per arrivare nel minuto spaccato agli appuntamenti della vita prima che scadano. Non hanno tempo. Lo accorciano e lo contraggono in piani d’azione spericolati, sempre pronti ad ingaggiare l’ingloriosa scalata della fretta e del rammarico.
Ma chi trovo decisamente ineffabile sono coloro i quali asseriscono di possedere l’ora esatta al secondo, restituendoci l’arrendevole illusione dei nostri rispettivi contrattempi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...