Sul benessere del Caos

Ci sono dei processi antagonisti di ordinamento dell’esperienza che ci permettono costantemente di organizzare in chiave autoreferenziale la massa di perturbazioni interne ed esterne a cui siamo sottoposti dalla nascita alla morte.
Tali processi funzionano attraverso una continua “messa a fuoco” per contrasto. Il processo di confronto per contrasto (ongoing matching process) tra flusso di sensazioni in entrata e modelli di rappresentazione della realtà del nostro sistema nervoso centrale è una funzione ancora difficile da comprendere appieno. Esso rinvia all’operazione continua degli essere umani di conoscere tramite il confronto tra il proprio riferimento costruito in termini procedurali e l’elemento nuovo da riorganizzare sul mondo riferito.
Ma essendo un sistema storico e quindi vincolato ad una filogenesi e articolato da una ontogenesi, il sistema si complessifica e aggiunge informazione, cioè trasforma perturbazioni coerentemente con i significati invarianti interni. Le perturbazioni prima non decodificabili e quindi non riconosciute sono fruibili e vanno ad inserirsi nella organizzazione personale.
Siamo su di un piano prettamente omeodinamico, in cui l’equilibrio oscilla ritmicamente tra processi antagonisti lontani da un equilibrio statico.

I problemi sorgono quando il sistema comincia a diventare
troppo regolare, la conservazione e la prevedibilità non sono più complesse. Nella psicosi si osserva spesso una regolarità di atti e previsioni di una sconcertante precisione e ripetività. E’ soprendente come le ricerche mettano in evidenza la sostanziale caoticità del cervello umano mentre le patologie siano viceversa preannunciate da un comportamento più regolare, periodico. Gli studi lo confermano e ad esempio l’epilessia viene spiegata in termini stocastici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...